Tokyo accessibile

Tokyo accessibile

Negli ultimi anni, il Giappone ha rivisitato gran parte delle sue infrastrutture e trasporti pubblici per accogliere le persone a mobilità ridotta. questi cambiamenti sono stati fatti sia per rendere l’accessibilità più facile per gli anziani che per accogliere i visitatori di tutto il mondo alle olimpiadi di Tokyo nel 2020. Dal 2008 è in vigore la cosiddetta legge “Barriera-libera”, studiata per migliorare l’accessibilità nella vita di tutti i giorni per gli anziani , il cui numero è in costante crescita in Giappone, ma anche per un’intera categoria di persone con disabilità , sia temporanee che permanenti (cieche, sorde, disabili su una sedia a rotelle, ecc.).

Arrivo

La soluzione più comoda per andare dall’aeroporto al centro di Tokyo è il treno Narita Express. I Limousine Bus infatti non sono molto accessibili.
Dal Terminal dovrete scendere per andare nella zona dove prendere il Narita Express. Non troverete l’ascensore ma le “scale mobili transformer” che diventano una pedana, ma vista l’attenzione dello staff sarete seguiti in modo impeccabile in tutte le operazioni, compreso fare i biglietti, le valigie e tutto il resto.

A spasso per Tokyo

Tokyo è una città molto accessibile per chi è in sedia a rotelle, quindi partite e non fatevi troppi problemi! Se andate da soli tenete presente che Tokyo è molto grande, quindi per spostarsi da soli è necessaria un minimo di preparazione fisica. Gli spostamenti in sedia a rotelle vengono allungati molto alla ricerca delle stazioni della metro, degli ascensori (non sempre vicini l’un l’altro). Ma quando si sa poi dove andare tutto ciò non è più un problema. Lungo le strade, invece, la striscia gialla con pallini rialzati segnala il cammino per gli ipovedenti.

Quasi tutte le stazioni di Tokyo hanno almeno un ascensore e una toilette per disabili, ma è meglio evitare il più possibile le ore di punta dalle 7:30 al 9:00 per evitare la confusione lungo il tragitto per raggiungerli. La JR e tutte le altre società sono accessibilissime. Se riuscite da soli a passare il piccolo dislivello per entrare in treno tanto di guadagnato, ma la maggior parte delle volte senza chiederlo sarete raggiunti da un addetto della stazione che vi metterà una pedana per facilitarvi la salita e vi chiederà dove sarete diretti per farvi trovare un addetto all’arrivo che farà altrettanto per farvi scendere (voto: 10+ al servizio metro in generale).

Trasporti

Nei treni Shinkansen, ci sono posti riservati agli utenti di sedie a rotelle, tutti nella parte anteriore, con un sistema per fissarle e un corridoio abbastanza ampio. C’è anche un tamokuteki shitsu, una “sala polifunzionale”, che può essere prenotata sul Tokaido Shinkansen, che è una stanza speciale che può essere messa a disposizione, principalmente per le persone con disabilità, ma anche per le mamme che hanno bisogno di allattare tranquillamente il loro bambino, o in caso di disagio di un viaggiatore. Solo il conduttore ha la chiave, quindi deve essere richiesto in caso di necessità. Per quanto riguarda gli autobus, il sistema ” Non-Step Bus “ è cresciuto a tal punto che tutti gli autobus di Tokyo sono ora facilmente accessibili a tutti, e c’è sempre un posto riservato per una sedia a rotelle.

Dove dormire

Ci sono diversi di hotel che offrono camere accessibili a Tokyo. Tuttavia, la maggior parte delle informazioni sulle camere accessibili negli hotel sono disponibili solo in giapponese e i dettagli sono spesso scarsi. Oltre alla mancanza di informazioni, la prenotazione di camere accessibili è spesso difficile in quanto sono disponibili solo contattando direttamente l’hotel e (lo so che sembrerà strano trattandosi di una delle città più tecnologiche del mondo) molti hotel non hanno indirizzi e-mail. In Giappone non esiste uno standard prestabilito che definisca una “camera accessibile” e tali camere possono quindi variare notevolmente da un hotel all’altro. Un prezioso aiuto in tal senso ve lo offre il sito accessiblejapan, che offre una lista di hotel accessibili a Tokyo consultabile qui.

Info sull’accessibilità

Il sito principale a cui potete fare riferimento per organizzare il vostro viaggio in Giappone è senz’altro Accessible Japan, una vera miniera di informazioni su come viaggiare e vivere in Giappone dal punto di vista di un disabile. Altri siti utili sono Accessible Tokyo e Accessible Travel Japan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *