Roma è una delle destinazioni turistiche più visitate al mondo, e a ragione. La sua stupefacente collezione di siti storici, meraviglie architettoniche e capolavori dell’arte attrae ogni anno milioni di visitatori da ogni parte del mondo, e non pochi di loro hanno una qualche forma di disabilità che può rendere necessario avere informazioni aggiuntive sull’accessibilità dei luoghi che hanno intenzione di visitare.  Certo i problemi non mancano, se pensiamo ad esempio alla mobilità urbana, che spesso si svolge su strade che certo non sono state pensate per chi si muove con difficoltà (pensiamo solo ai tratti lastricati di sanpietrini, le caratteristiche pietre utilizzate per la copertura delle strade nel centro storico). Tuttavia con le giuste informazioni e un po’ di accortezza tutti possono godersi le meraviglie di questa bellissima città e portarsi a casa dei ricordi da conservare. In questa piccola guida vogliamo perciò suggerirvi alcune cose “senza barriere” che potete fare a Roma per cominciare a scoprirla e ad apprezzarla.

Colosseo

Il Colosseo, completato nell’80 d.C. sotto l’imperatore Tito, è uno dei siti storici più riconoscibili al mondo. Un sito patrimonio mondiale dell’UNESCO, visitato ogni anno da milioni di persone da tutto il mondo e accessibile in sedia a rotelle. I visitatori disabili sono ammessi gratuitamente, insieme a un accompagnatore, e non hanno bisogno di prenotazione. Un ascensore permette di accedere ai vari livelli dell’anfiteatro e al livello 1 è disponibile una toilette attrezzata per persone disabili.

Pantheon

Inaugurato nel 125 d.C. e situato in Piazza della Rotonda, il Pantheon fu commissionato dall’imperatore romano Adriano per sostituire un precedente tempio che era andato distrutto in un incendio. La sua traduzione significa letteralmente “tempio di tutti gli dei”, ma dal settimo secolo funziona come chiesa cattolica, con la denominazione di Basilica di Santa Maria e dei Martiri. Oltre che per la sua spettacolare cupola, un vero prodigio architettonico, è da visitare per l’interno, che ospita le tombe dei re d’Italia e di artisti come Raffaello e Annibale Carracci. L’ingresso per i disabili avviene tramite una rampa situata sul lato sinistro del portico.

Castel Sant’Angelo

Costruito durante il regno dell’imperatore Adriano, doveva servire come suo mausoleo e ne ospitò i resti dopo la morte nel 138 d.c. e fino alla loro dispersione in conseguenza del saccheggio di Roma da parte dei Visigoti nel 410 d.c. Nei secoli successivi, sotto lo Stato della Chiesa, fu trasformato in fortezza, castello e successivamente prigione. L’accesso per le sedie a rotelle è garantito da un ascensore e i visitatori disabili sono ammessi gratuitamente. Sebbene l’accesso sia limitato, è possibile raggiungere il livello superiore e affacciarsi attraverso i portici che offrono una vista eccezionale sulla città della Basilica di San Pietro.

Piazza Navona e la fontana dei quattro fiumi

Piazza Navona, situata a poca distanza dal Pantheon, è una delle piazze più belle del mondo. Al suo centro troneggia imponente l’iconica Fontana dei Quattro Fiumi capolavoro di Gian Lorenzo Bernini, che rappresenta quattro dei fiumi allora più conosciuti: Nilo, Danubio, Gange e Rio della Plata. La piazza è ben percorribile, fate solo attenzione ai sanpietrini.

Basilica di Santa Maria Maggiore

Si trova a poca distanza dalla stazione Termini ed è una delle quattro basiliche maggiori della Chiesa Cattolica, insieme a San Pietro, San Paolo fuori le Mura e San Giovanni in Laterano. L’accesso per le sedie a rotelle avviene per mezzo di una rampa a destra dell’entrata principale. Alcune cappelle non sono completamente accessibili per via di alcuni gradini all’ingresso ma potete chiedere di farvi posizionare una rampa portatile.

Piazza del Popolo

Piazza del Popolo è l’incrocio di tre vie principali del centro storico della capitale italiana, via del Babuino, via di Ripetta e via del Corso. Situata sotto gli splendidi giardini del Pincio, questa piazza era l’ingresso principale della città in epoca romana e ancora oggi preserva il fascino originale dell’epoca. Lo spazio dove si trova, un tempo faceva parte dei giardini appartenenti alla famiglia di Nerone, ma oggi ospita alcuni dei più bei monumenti di Roma, tra i quali la chiesa di Santa Maria del Popolo, che è accessibile in sedia a rotelle e ospita importanti opere di Caravaggio e Raffaello.

Basilica di San Pietro

Di gran lunga la chiesa più conosciuta al mondo. Costruita dal 1506 al 1626, ospita una tale quantità di capolavori che è davvero impossibile menzionarli tutti in questa sede. Ne ricordiamo alcuni tra i più celebri: la Pietà di Michelangelo, il baldacchino opera di un giovane Borromini, il monumento ad Alessandro VII e il monumento di Clemente XIII opera di Antonio Canova. In questo caso l’accesso per le sedie a rotelle avviene tramite un ascensore posizionato nella lobby sulla destra, vicino al quale troverete anche le toilette attrezzate.

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi restare in contatto? Iscriviti per ricevere la newsletter e tutti gli aggiornamenti da Arcobalenoinviaggio.

Legenda
Ambiente accessibile a sedie a rotelle
Presenza di servizi per disabili
Ambiente accessibile a persone con disabilità motorie
Rampa di accesso per sedie a rotelle
Presenza di servizi per non vedenti o ipovedenti
Presenza di servizi per non udenti o ipoudenti
Seguici su Facebook
Facebook Pagelike Widget

Guardaci su Youtube