Arriva la mappa dei locali della movida accessibili anche ai disabili

Arriva la mappa dei locali della movida accessibili anche ai disabili

Home page di movidabilia.it

Il cinema multisala Lux di Roma, il centro commerciale I Granai sempre nella capitale, il cocktail bar a Bologna l’Altro spazio, la biblioteca di Alessandria e il teatro Cantieri Teatrali Koreja a Lecce in Puglia. Sono questi i primi luoghi mappati per la campagna di comunicazione nazionale “Accesibility is cool”, nata con l’idea di individuare in tutta Italia i locali di divertimento come pub, teatri, cocktail bar e anche piscine accessibili alle persone con disabilità, abbattendo così le barriere culturali e far sì che tutti  possano divertirsi e svagarsi.

L’obiettivo del progetto è la creazione e il continuo aggiornamento di una mappa di locali, di luoghi di divertimento e di cultura accessibili, grazie a foto e selfie nei canali social: instagram, facebook e twitter. La sfida è promossa da Movidabilia,  l’associazione di promozione sociale vincitrice del bando “Comunicare e Bene” della Fondazione con il Sud, che ha lanciato la campagna social.  La cultura e il divertimento devono essere un diritto di tutti, nessuno escluso. E per questo abbattere le barriere culturali che riguardano la disabilità e l’accessibilità, insegnando a tutti e a tutte ad osservare e valorizzare ciò che è accessibile, è indispensabile.

La campagna ha già coinvolto personaggi dello spettacolo come testimonial, con i propri selfie: Gianni Morandi, Antonino Cannavacciuolo, Lorella Cuccarini, l’attore Paolo Sassanelli, Nina Palmieri,  Toni Bonji, il gruppo comico The Pills e molti altri. I promotori hanno ideato anche una serie di t-shirt ironiche e divertenti con frasi stampate come: “diversamente figo”, “diversamente figa”, “i sordi… fanno la felicità” con disegnata una scimmietta che si copre le orecchie, “stay different stay cool”, e ancora “l’amore è cieco, ma legge in braille”.

Mappa dei luoghi accessibili (Movidabilia Hackaton 2014)

Come funziona? La mappa dell’accessibilità viene creata dal basso grazie ai selfie e alla geolocalizzazione delle persone che decidono di partecipare. E’ tutto molto semplice: quando vi trovate in un locale, cinema, pub, teatro accessibile, basta farsi un selfie o eventualmente scattare una foto al locale, e creare  un post su Facebook, con privacy pubblica attivando la geolocalizzazione del proprio smartphone, ricordandosi di utilizzare gli hashtag  #movidabilia, #accessibilityiscool.

Sul sito web di movidabilia potete avere maggiori informazioni sul progetto e su come partecipare, oltre a visualizzare la mappa con i locali accessibili attualmente inseriti. Il nostro consiglio è ovviamente di contribuire al progetto con i vostri hashtag per farlo crescere sempre di più. Buon divertimento amici viaggiatori!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *