Cosa fare e vedere a Sirmione

Cosa fare e vedere a Sirmione

Sirmione sorge sulla sponda lombarda del Lago di Garda, si fregia, con diritto, del titolo di “Perla del Garda” per la bellezza del paesaggio che la circonda e per l’armonia delle abitazioni, strade e piazze che dei secoli passati hanno assorbito fascino ed armonia.

Il centro sempre brulicante di vita, lo splendido lago dai panorami che ci hanno decisamente incantato, il benessere che solo le terme possono offrire e la storia intrisa nella roccia delle Grotte di Catullo, sono solo alcune delle cose da vedere a Sirmione per stupirsi ed affascinarsi.

Già abitata  dagli uomini dell’età del Bronzo che qui hanno lasciato i resti delle loro capanne costruite su palafitte, fu molto apprezzata dai Romani che ne hanno fatto un luogo per le vacanze.  Proprio sulla punta della penisola di Sirmione, ci rimangono i ruderi di una grande villa villa, le “Grotte di Catullo” che conservano affreschi risalenti al I e II secolo a.C.  Vicino ai ruderi c’è un piccolo museo che conserva i reperti archeologici e le ricostruzioni della villa romana.

Il punto d’accesso per la città di Sirmione è la porta del Castello Scaligero, appena ci si trova a suo cospetto, maestoso ed affascinante, sembra chiedere ai turisti di essere fotografato. Costruito verso l’ottavo secolo probabilmente sopra dei resti romani, è uno tra i castelli più completi e meglio conservati d’Italia. Le merlature a coda di rondine tra le torri e l’imponente muro, più che per difesa sembrano essere state costruite come ornamenti che impreziosiscono la vista sul lago.

Jamaica Beach

Il nome Jamaica Beach evoca spontaneamente fantasie di panorami di spiagge tropicali con acque cristalline, soltanto che al posto del mare tropicale c’è il lago di Sirmione. Caratterizzata da lastroni di pietra che affiorano, questa conformazione permette di passeggiare o stare a bagno nella bassa acqua che tra le pietre forma pozze adatte per far giocare i bambini. Raggiungere la spiaggia è molto semplice, percorrete la strada fino ad arrivare alla fine del centro storico seguendo le indicazioni per le Grotte di Catullo, a sinistra dopo la salita, tramite il cancello di un bar dalla vista spettacolare.

L’isola dei Conigli e l’isola del Garda

Una gita o una vacanza a Sirmione non può essere considerata tale senza un’escursione in barca alle vicine isole.

A circa venti minuti di navigazione, come un miraggio appare tra le acque blu del lago l’Isola dei Conigli. Disabitata e davvero molto fotogenica, si chiama così perché gli unici abitanti sono per l’appunto i conigli. Proseguendo verso nord si arriva all’isola del Garda, un’isola privata caratterizza da una villa dallo strano stile per la sua posizione è il tripudio del Gotico Veneziano, con i classici archi e merletti.

Le Terme di Sirmione (Acquaria)

Le acque delle terme di Sirmione nascono nel bacino del Monte Baldo a quasi 800 metri di altezza. Si riversano poi nella sorgente Boiola dove sono incanalate nei due pozzi Catullo e Virgilio. Le terme di questa località sono da sempre molto apprezzate anche grazie alla loro posizione invidiabile ubicata tra le sponde del lago. Quest’acqua è classificata come sulfurea salsobromoiodica ed è ricca di grandi quantità di zolfo, sodio, bromo e iodio. Presenta anche oligominerali importanti che fungono il ruolo di catalizzatori attivando reazioni chimiche che producono sul corpo un effetto miorilassante e analgesico.  Vi consiglio di riservare quest’attività per ultima, così da avere la possibilità di ammirare il tramonto sul lago, immersi nella piscina d’acqua calda.

Accessibilità

Tra le località turistiche del lago Sirmione è quella che si è maggiormente impegnata per rendere accessibile la gran parte del suo territorio, tanto da evere ricevuto recentemente l’assegnazione della prestigiosa Bandiera Lilla, riconoscimento consegnato a quei comuni che si contraddistinguono per l’ attenzione nei confronti del turismo accessibile. In questa pagina trovate tutte le informazioni relative all’accessibilità di Sirmione e del suo centro storico.

Nota a margine: il centro storico di Sirmione purtroppo non è pedonale. Scelta a nostro modo di vedere molto miope (probabilmente i numerosi alberghi e ristoranti della città non avrebbero gradito). Quindi vi consigliamo comunque di fare attenzione in quanto le strade piuttosto strette unite al gran numero di auto e mezzi commerciali che vi circolano potrebbero rendere più arduo il percorso alle persone con difficoltà motorie.

Un po’ di info

Per avere tutte le informazioni che vi servono per preparare la vostra gita a Sirmione potete visitare il sito ufficiale del comune di Sirmione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *