BlindSquare: un app per orientarsi “alla cieca”

BlindSquare: un app per orientarsi “alla cieca”

Un app per non vedenti e ipovedenti che sfrutta appieno le capacità del GPS del vostro telefono. Questa è BlindSquare, sviluppata per offrire un supporto a tutti i non vedenti e ipovedenti che necessitano di un aiuto per tutte le loro attività quotidiane soprattutto se all’esterno.

Come funziona? In sintesi l’app, sviluppata dal programmatore finlandese Ilkka Pirttimaa, utilizza la grande quantità di dati raccolta tramite la piattaforma FourSquare e la integra con con la tecnologia VoiceOver nativa di Apple per creare una mappa virtuale basata sulla posizione. Quando l’app è abilitata, legge ad alta voce indirizzi, nomi di strade e località circostanti. Le indicazioni sono poi richiamabili tramite comandi vocali. Tutte le informazioni raccolte consentono a BlindSquare di disegnare una vera e propria mappa virtuale di tutti i punti di interesse che si trovano attorno a voi: musei, scuole, ristoranti, negozi, ospedali etc. L’applicazione è utilizzabile in tutto il mondo, in 26 lingue differenti, o dovunque siano disponibili i dati Foursquare. In alternativa sono utilizzabili anche i dati OpenStreetMap, una mappa mondiale online con licenza aperta che chiunque può aggiornare e modificare.

L’app è disponibile, a pagamento, per IOS. Per avere maggiori informazioni su come funziona o se avete altre curiosità e info da chiedere direttamente ai creatori di BlindSquare potete andare direttamente sul sito www.blindsquare.com e se l’avete provata dargli il vostro giudizio. Una guida utente molto dettagliata è inoltre scaricabile qui. Buoni viaggi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *