Brescia in tre giorni

Brescia in tre giorni

Brescia è certamente meno frequentata dai turisti rispetto ad altre città della Lombardia, un po’ oscurata dalla grande Milano ma anche dalle più conosciute Mantova e Cremona. E’ una città che però ha molto da offrire al viaggiatore, anche avendo a disposizione un fine settimana.

Brescia Romana 

Il sito archeologico di Brixia, l’antico rappresenta infatti, insieme al foro e al teatro cittadino, il più importante complesso di edifici pubblici di età romana presenti nell’Italia settentrionale.

Il tempio fu riportato in luce soltanto nel 1800 grazie all’intervento del comune che fece riaffiorare le rovine nel loro splendore. All’interno del Capitolium, il monumento più suggestivo, si possono ammirare i pavimenti realizzati in marmi colorati a diversi motivi e figure geometriche. 
Negli ultimi anni  il Capitolium è stato oggetto di un lavoro di ristrutturazione approfondito che ne ha permesso il recupero e la fruizione da parte del pubblico in una collocazione davvero affascinante.

Il Capitolium

Il museo di Santa Giulia

Si tratta di uno dei musei più interessanti della nostra penisola ed è collocato all’interno del Monastero longobardo di S.Salvatore – S.Giulia, dal 2011 Patrimonio Mondiale dell’umanità UNESCO. La sua storia è antichissima e risale addirittura all’anno 753, anno dal quale sono state raccolte al suo interno numerose testimonianze delle vicende storiche della città. Tra le opere raccolte al suo interno vi è la bellissima Vittoria alata, statua romana di cui una copia, voluta da Napoleone terzo, è esposta al Louvre. La Basilica di San Salvatore all’interno del complesso è una delle pochissime testimonianze rimaste dell’architettura longobarda e si presenta in buono stato di conservazione.

Pinacoteca Tosio Martinengo

Se vi rimane del tempo e non siete troppo stanchi potete fare un salto alla Pinacoteca Tosio Martinengo, appena restituita ai turisti e cittadini bresciani dopo 9 anni di chiusura.  All’interno della Pinacoteca sono sono esposti i più importanti pittori Bresciani del rinascimento, tra i quali Girolamo Romanino, Vincenzo Foppa e Giovanni Girolamo Savoldo. Nelle 21 in cui si articola l’esposizione  potete trovare anche dipinti di Tiziano, Hayez, Thorvaldsen, Pelagi, Canella e Canova. Vi è anche una sezione di arti applicate dove potete ammirare pregevoli lavori di oreficeria  e vetreria di Brescia e del resto d’Italia.

Museo di Santa -giulia

Il castello

Il castello  di Brescia è arroccato sulla sommità del colle Cidneo ed è caratterizzato da un contesto naturalistico unico nel suo genere. Lo si raggiunge con una breve passeggiate partendo dalla piazzetta Tito Speri e seguendo il percorso dell’antica contrada di Sant’Urbano.

Le sue diverse fortificazioni fatte di stratificazioni successive parlano delle diverse epoche storiche e delle vicende che videro la città passare da un dominio ad un altro.  Le grossa mura merlate, ad esempio, insieme al Mastio centrale sono d’epoca viscontea mentre l’ingresso monumentale con il ponte levatoio fu realizzato dai veneziani. Da non perdere è il giro delle Torri, una vera e propria via di fuga architettata dai costruttori del castello, per permettere agli abitanti di salvarsi durante assedi e battaglie.

Il centro storico

Un primo itinerario è la visita delle tre principali piazze della città: piazza Duomo, piazza Loggia e piazza Vittoria.  In particolare, in piazza Loggia avrai la possibilità di ammirare la caratteristica Torre dell’Orologio. L’orologio posto su di essa è a due quadranti dei quali uno rivolto verso la piazza e l’altro verso la vicina via Beccaria. Partendo dalla Torre dell’Orologio partite alla scoperta del centro storico di Brescia. Nei pressi di piazza del Foro, potrai scorgere la maestosità e l’eleganza della torre d’Ercole.  Tra le chiese ti segnaliamo sicuramente la chiesa di Sant’Agata del 400, che presenta elementi architettonici di matrice barocca.

Piazza della loggia con la torre dell’orologio
Il castello

E poi?

E dopo l’arte e la cultura? Per lo shopping non dovrai far altro che percorrere  i caratteristici portici di via delle X Giornate e proseguire lungo il corso con i suoi tanti negozi.  La serata trascorretela in uno dei tanti locali e pub che si trovano nelle stradine del centro storico oppure ammirando uno spettacolo nel Teatro Grande.

Accessibilità

Brescia è per lo più pianeggiante  e ben percorribile anche da sedie a rotelle. Accessibile è il museo di santa Giulia e in parte il capitolium.  Le stazioni della metropolitana sono tutte accessibili, e la maggior parte dei bus urbani dispone di pianale ribassabile e spazio apposito per una carrozzella, contrassegnati da un simbolo azzurro sul fronte del mezzo.  Le persone a ridotta mobilità che desiderano visitare Brescia possono consultare la sezione Brescia Accessibile  del sito turismobrescia, che propone itinerari predisposti e totalmente fruibili. La sezione contiene anche molte utili informazioni sulla mobilità e sui servizi per disabili della città.

Un po’ di info 

Per avere maggiori dettagli sugli itinerari di cui vi abbiamo parlato e per organizzare al meglio la vostra visita, vi consigliamo di consultare il sito ufficiale turistico della città di Brescia: www.turismobrescia.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *