“Toccare l’arte” al museo tattile Omero

“Toccare l’arte” al museo tattile Omero

Il Museo Tattile Statale Omero è uno spazio unico e “senza barriere” in cui tutti possono conoscere l’arte attraverso il tatto e punto di riferimento internazionale nell’educazione estetica per non vedenti e ipovedenti.
Il Museo, nato dall’intuizione di  Aldo Grassini e Daniela Bottegoni, due coniugi non vedenti appassionati d’arte e viaggi,  ha sede nelle settecentesche sale della Mole Vanvitelliana di Ancona, monumentale architettura pentagonale sull’acqua progettata come Lazzeretto da Luigi Vanvitelli. 

Il percorso espositivo

Il percorso espositivo propone oggi circa 150 opere, copie al vero, in gesso e resina, di indiscutibili capolavori dell’arte classica. Si va dall’antica Grecia al Rinascimento passando per il Medioevo, fra romanico e gotico, fino alla sala del Rinascimento con il grande modello della Cattedrale di San Pietro e i possenti lavori di Michelangelo: Pietà di San Pietro, Pietà Rondanini, Tondo Pitti e Taddei, il Mosè, il David e altro ancora.

Al terzo piano sono allestite le sculture originali di arte contemporanea con artisti italiani e internazionali dell’area figurativa e informale quali Giorgio De Chirico, Pietro Consagra, Arturo Martini, Marino Marini, Arnoldo Pomodoro e molti altri. Per mancanza di spazi non sono purtroppo visibili  i reperti archeologici, “L’Italia riciclata” di Michelangelo Pistoletto, donata nel 2013 dall’artista e le opere vincitrici della Biennale Arteinsieme. E’ in progetto l’allestimento definitivo delle collezioni con un considerevole incremento degli spazi espositivi che dovrebbe permettere di ospitare tutte quelle opere finora relegate in deposito.

Tutto può essere toccato e manipolato a volontà, rendendo possibile ai non vedenti fruire in maniera soddisfacente di ognuna delle opere esposte.

Servizi ed accessibilità

Il Museo è accessibile e fruibile tattilmente ed offre descrizioni in Braille, in nero a caratteri grandi e pedane mobili per l’esplorazione a supporto dei disabili visivi. E’ dotato di ingresso per persone con disabilità, ascensore e punto ristoro.

Due sono gli ambienti destinati ai laboratori didattici accessibili, rivolti alle scuole, attività per famiglie, per adulti e per chiunque desideri vivere un’esperienza educativa straordinaria in un luogo unico.

Il Museo è dotato di una sala conferenze, di un servizio di produzione tiflodidattica, di un servizio gratuito di educazione estetica ed estetica per non vedenti, di un centro di documentazione e ricerca, specializzato nel settore dell’accessibilità museale

Informazioni utili

Per avere maggiori informazioni sulle attività e la collezione del museo Omero potete visitare il sito web ufficiale o la pagina Facebook. IL sito web può essere navigato dai non vedenti anche tramite una guida vocale raggiungibile al numero verde 800202220.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *