Un piccolo paradiso sui tetti di Torino

Un piccolo paradiso sui tetti di Torino

 

I Viaggi a volte iniziano proprio da un ingresso. Un ingresso piccolo, disadorno. Quasi invisibile in una trafficata strada del centro di Torino. Prendete l’ascensore ed entrate in un oasi di intimità. Un portico con decine di piante grasse curate come magnifiche rose. E poi loro, i padroni di casa, accoglienti e disponibili, non centellinano nulla e rispecchiano la meraviglia e la cura che alberga in ogni angolo della casa.

Colazione deliziosa con il pane fatto in casa,  una dolce spremuta fatta al momento, il piacere del raccontarsi e dell’ascoltare. Ci sono luoghi in cui il cuore può espandersi. A casa di Giò è uno di questi. Giovanna e Claudio sono ospiti speciali che ci hanno trasmesso in ogni istante il senso della libertà di sentirsi a casa propria, in un’oasi di pace con vista sui tetti di Torino.

Le camere rispecchiano la creatività dei padroni di casa, decorate con gusto e fantasia da Giovanna che nell’arredarle riesce quasi a farvi percepire la magia dei luoghi che ha visitato in uno dei suoi tanti viaggi.

Accessibilità

C’è un ascensore privato che vi porta direttamente al piano del b&b, le stanze sono tutte sullo stesso livello quindi non presentano particolari difficoltà. Sono tre le stanze da letto e due i bagni, se volete avere vita più facile, chiedete se potete soggiornare nella “Camera Africa”, non ci sono gradini da fare, è più grande e dulcis in fundo, ma cosa non particolarmente importante, c’è un terrazzino che allieterà la vostra vista, sui tetti parigini….ops torinesi. I due bagni hanno un gradino che divide la zona vasca/lavandino dalla zona servizi. Anche il corridoio tra il portone e l’ascensore è in piano.

2 pensieri riguardo “Un piccolo paradiso sui tetti di Torino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *