La Spagna è indubbiamente una delle nostre e vostre mete preferite per un viaggio. Siviglia nell’immaginario collettivo rappresenta la fusione perfetta delle caratteristiche di una città spagnola: arte, gastronomia, culture diverse che qui sono passate e progredite nel corso della storia… un mix di elementi capace di rendere la capitale dell’Andalusia un angolo unico

Siviglia, situata alle pendici della Sierra Morena e bagnata dal Guadalquivir, ha una struttura quasi totalmente pianeggiante, che la rende decisamente adatta, in particolare, a chi ha disabilità motorie, anche nel caso in cui, per i propri spostamenti, utilizzi una sedia a rotelle. In questi anni, inoltre, si è investito molto (un po’ come in tutta la Spagna) per renderla sempre più accessibile a tutti. Ne è un esempio, tra gli altri, il fatto che l’intera rete metropolitana della città è totalmente accessibile, sia per quanto riguarda i treni che le stazioni, e dotata di ascensori, che semplificano l’accesso ai binari.

La cattedrale e la Giralda

Andando in giro per Siviglia, tra i monumenti caratteristici della città troviamo la cattedrale, un’imponente chiesa in stile gotico che si trova al terzo posto fra gli edifici cattolici per dimensioni, dietro la basilica di San Pietro in Vaticano e la cattedrale di Saint’ Paul a Londra. All’esterno è impossibile rimanere indifferenti di fronte alla bellezza della Giralda, l’antico minareto della moschea originaria alto oltre cento metri e divenuto successivamente campanile della cattedrale stessa. Il campanile è visitabile fino ad un’altezza di 70 metri, da lì si può godere di un’impareggiabile vista sulla città. Con nostra grande sorpresa abbiamo scoperto che la salita sulla Giralda è composta da una serie di rampe che richiedono un po’ di fatica, ma permettono comunque di salire anche a chi si muove una sedia a rotelle.

Il quartiere di Triana

Triana è il quartiere più caratteristico di Siviglia, rimasto fedele alla tradizione più antica della città. Legato alla storica colonia romana di Traiano, l’area a sinistra del fiume Guadalquivir che divide Siviglia a metà, era un tempo abitata da marinai e ceramisti. Oggi come allora è collegato al resto della città dal ponte Isabel II, il più antico, detto anche il ‘Ponte di Triana’. Camminare tra i suoi vicoli costeggiati da case colorate e ricchi di azulejos dona sensazioni coinvolgenti nel visitatore capace di cogliere tutte le sfaccettature di un luogo così antico e ricco di tradizione.

L’Alcazar

l’Alcázar  e  l’Archivo de Indias sono stati dichiarati patrimonio dell’Unesco… e sono visitabili abbastanza agevolmente anche da chi ha mobilità ridotta. L’Alcázar è il palazzo reale cittadino e, originariamente, era una fortezza moresca eretta nel 10° secolo dal Califfo dell’Andalusia. La costruzione della struttura attuale iniziò quattro secoli più tardi, mescolando elementi moreschi, gotici, barocchi e non solo. La struttura è accessibile anche su sedia a rotelle, a parte qualche gradino qua e là, e si può accedere al secondo piano grazie ad un ascensore.

Uno spettacolo di Flamenco dal vivo

Se visiti Siviglia devi assolutamente assistere ad uno spettacolo di Flamenco, il tipico ballo spagnolo famoso in tutto il mondo. A Siviglia è nato uno stile di flamenco, la Sevillana per l’appunto, che tutti qui ballano soprattutto durante la splendida Feria de Abril. Proprio per questo tutto qui è un rimando continuo ad uno dei balli più ‘calienti’ del mondo: negozi specializzati in abiti o calzature, altri che vengono o affittano strumenti musicali e l’oggettistica necessaria per eseguirlo alla perfezione (pensiamo alle caratteristiche nacchere o a scialli e ventagli…).

Assistere ad uno spettacolo dal vivo ti regalerà un’emozione difficile da descrivere. Due dei locali più famosi ed apprezzati sono la Casa della Memoria ed il Palacio Andaluz. Offrono spettacoli talmente diversi fra loro che risulta davvero difficile dire qual è meglio o peggio: taglia la testa al toro e goditeli tutti e due!

Piazza di Spagna

La Plaza de España fu costruita dal 1914 al 1928 ed inaugurata nel 1929 in occasione della Expo ibero-americana. La realizzazione della piazza fu affidata ad Annibale Gonzalez per poi essere conclusa da Vicente Traver che decise di aggiungere la grande fontana centrale che non era presente nel progetto originale. La Piazza di Spagna di Siviglia ha una forma simile ad una “U” con un diametro totale di 170 metri che intende rappresentare un “abbraccio” alle colonie ibero-americane. La piazza è circondata da due torri, la Torre Norte e la Torre Sur, al centro una fontana, un canale di circa 500 metri e quattro ponti che rappresentano i quattro regni di Spagna. L’edificio principale presenta 48 banchi (le province spagnole) decorati con ceramiche e mattoni tipici della regione che disegnano sontuosi mosaici, mappe, scudi ed eventi storici di grande importanza. Sono riconoscibili lo stile Art Decò così come il neo-moresco e il neo-mudéjar, con elementi rinascimentali e barocchi che impreziosiscono gli edifici.

Piazza di Spagna oggettivamente è una piazza bellissima e godibilissima, circondata da un’atmosfera elegante e silenziosa che invoglia a passarci qualche ora nel relax più assoluto che trova il suo apice nello splendido parco antistante, il Parco di Maria Luisa. L’assenza totale di qualsiasi tipo di barriere architettoniche la rende una meta consigliata ad un portatore di handicap in carrozzina così come ad una famiglia con passeggino e questo è davvero un suo punto di forza. Il canale è navigabile sia con barche a remi che con barche a motore, accessibili anche alle sedie a rotelle. Potete sempre contare sull’aiuto del personale addetto al noleggio delle barche per salire a bordo.

Ma l’accessibilità si estende anche a negozi, luoghi di ritrovo e locali di Siviglia. Volete saperne di più? Potete consultare questa pagina, ricca di informazioni e disponibile sia in spagnolo che in inglese. Buon viaggio a Siviglia amici!

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda
Ambiente accessibile a sedie a rotelle
Presenza di servizi per disabili
Ambiente accessibile a persone con disabilità motorie
Rampa di accesso per sedie a rotelle
Presenza di servizi per non vedenti o ipovedenti
Presenza di servizi per non udenti o ipoudenti
Seguici su Facebook
Facebook Pagelike Widget
Guardaci su Youtube

Tecnologia
Le nuove tecnologie che semplificano la vita delle persone con disabilità. Scopri di più