Ciò che ha colpito la Commissione Europea, ed è stato determinate per inserire Barcellona al terzo posto delle città più accessibili del vecchio continente nel 2022, è stata la rete della metropolitana che conta quasi la totalità delle sue stazioni (il 92%) accessibili a tutti gli utenti. A ciò si aggiungano anche le piattaforme e i pali SOS, installati appositamente per facilitare gli spostamenti dei viaggiatori con disabilità motoria. Fiore all’occhiello, in termini di accessibilità, della rete di trasporti del capoluogo catalano sono anche i suoi autobus: il 100% è accessibile con rampe e dispone di informazioni acustiche oltre che di identificazione dei veicoli con il sistema di scrittura braille.

Barcellona è quindi una città che tiene molto all’accessibilità, ed è senza dubbio una meta da considerare per una vacanza in sedia a rotelle o con altro tipo di disabilità. Da ormai diversi anni, la capitale della Catalogna lavora per rendersi a misura di chi è diversamente abile, migliorando costantemente sia le sue strutture che gli spazi pubblici. La maggior parte delle strade sono abbastanza larghe per il passaggio di sedie a rotelle, sono fornite di rampe e di percorsi per i non vedenti. Anche parchi e spiagge sono praticabili e hanno informazioni universalmente accessibili. Musei e attrazioni hanno percorsi dedicati e biglietti a ingresso ridotto, quasi sempre con ingresso gratuito per l’accompagnatore.

Naturalmente ci sono alcune accortezze a cui prestare attenzione, ed esigenze specifiche da considerare. Cercheremo qui di fornire una pratica guida per un viaggio, raccogliendo una serie di info e consigli che possono tornare utili per una vacanza accessibile, considerando soprattutto chi si muove in sedia a rotelle, ma non solo.

Parc Guell

L’arrivo

Per raggiungere il centro di Barcellona dall’aeroporto ci sono diverse opzioni. L’Aerobus è la soluzione spesso preferita dai turisti, con il miglior rapporto qualità prezzo. Il bus è dotato di rampe e di ampio spazio sia per persone in sedia a rotelle, sia per i bagagli di tutti. Il taxi è probabilmente la soluzione più comoda, anche più costosa, ma il prezzo non è eccessivo (con circa 30 € arrivate in centro). Le persone con mobilità ridotta possono richiedere anche dei taxi adattati, allo stesso identico prezzo.

Se invece atterrate all’aeroporto di Girona – Costa Brava, il centro di Barcellona è decisamente più lontano da raggiungere e il taxi più costoso, meglio prendere un autobus della compagnia Sagalés. Sono quasi tutti adatti per utenti in carrozzina o con mobilità ridotta, ma è consigliato chiedere conferma telefonica della disponibilità (+34 932 320 459).

Trasporti

Per chi è in sedia a rotelle o con difficoltà motorie Barcellona è piuttosto agevole. Anche se ci sono tratti in salita che rappresentano un ostacolo, gran parte delle strade sono prive di barriere architettoniche, compreso il centro storico e il Barrio Gotico, reso sempre più accessibile. La grande maggioranza dei mezzi di trasporto a Barcellona è utilizzabile da tutti. In particolare è consigliabile l’utilizzo dei bus urbani, comodi ed accessibili, oltre che economici. La metro è efficiente e in larga misura accessibile, ma non tutte le stazioni, quindi nel dubbio vi consigliamo di affidarvi agli autobus. Sono di solito poco usati dai turisti, ma anche i tram di Barcellona sono al 100% accessibili.

Tutti gli autobus di Barcellona sono accessibili, con rampe e posti riservati alle sedie a rotelle. Le porte inoltre sono larghe, per permettere maggiore comodità mentre si sale e si scende. Per i non vedenti e per gli ipovedenti, inoltre, i bus hanno un segnale sia visivo che sonoro al loro esterno. Una volta saliti a bordo, sull’obliteratrice potrete leggere il numero dell’autobus in braille e con il contrasto di colori.

Una soluzione comoda per muoversi a Barcellona, sia per turisti disabili che non, è il BusTurìstic, il tipico bus hop-on hop-off a due piani che vi porta presso tutti i principali punti di attrazione turistica. In dotazione anche un’audioguida in più lingue con spiegazioni dettagliate su cosa vedere una volta scesi e info sulla città (disponibile anche con circuito induttivo per chi ha problemi di udito). Anche questi autobus sono dotati di rampe per salire e di spazi riservati alle persone in sedia a rotelle nel piano inferiore del mezzo.

Le linee della metro sono accessibili in sedia a rotelle e molte hanno anche segnali e sistemi di navigazione sonori per i non vedenti. La maggior parte delle stazioni sono dotate di ascensori, ma alcune sono ancora in attesa di miglioramento. Le stazioni non attrezzate sono specificate sul sito ufficiale della compagnia di trasporti (controllate sia la stazione di partenza che quella di destinazione prima di prendere la metro!). Alcune stazioni vengono definite come parzialmente adattate, vale a dire che l’accesso ai binari dal livello della strada è servito da ascensori per disabili, ma la banchina non è allo stesso livello del vagone e avrete probabilmente bisogno di aiuto per salire. Gli uffici della TMB, la compagnia di trasporti, forniscono anche delle mappe della metro in braille.

Allo stesso prezzo di un qualsiasi altro taxi, potete fare richiesta per un taxi adattato a disabili e persone con mobilità ridotta. L’elenco dei taxi adattati di Barcellona è disponibile qui, con indicato anche il numero di veicoli disponibili per ogni compagnia. Tra le più fornite e affermate della città c’è Taxi Amic (+34 934 208 088).

Se avete familiarità con la tecnologia, potete scaricare l’app Free-now e richiedere comodamente tramite il vostro smartphone un taxi accessibile (basta selezionare l’apposita opzione al momento della prenotazione).Tutti i taxi di Barcellona sono inoltre tenuti a trasportare i cani guida senza addebitare alcun supplemento. L’opzione taxi è da prendere in considerazione anche per il suo costo. Considerate che una corsa in taxi in centro a Barcellona vi costerà in media circa 10-15 €.

Attrazioni

Casa Batllo

Molte attrazioni di Barcellona sono accessibili ai disabili, in tutto o in parte, anche con percorsi dedicati. Come già anticipato, muoversi in città è in larga misura accessibile, le strade sono abbastanza larghe e percorribili. Potrete quindi tranquillamente visitare alcune attrazioni turistiche a cielo aperto, come La Rambla, un must per chi va a Barcellona, e il suggestivo Barrio Gotico, il quartiere storico della città. Altri punti di interesse accessibili sono:

  • Sagrada Familia
    L’ingresso è gratuito per i disabili e per un accompagnatore. Potete prenotare data e ora sul sito ufficiale. La basilica è accessibile, ad eccezione delle torri. Dovete utilizzare l’ingresso in Carrer de la Marina, vicino allo shop.
  • Parc Guell
    Questa attrazione è accessibile in parte, ci sono tratti in salita, piccoli scalini e dislivelli che richiedono un po’ di energia durante la visita (meglio farsi accompagnare). Prestate attenzione alla strada per arrivarci: anche questa è in salita ed è bene arrivare con i mezzi il più possibile vicino all’ingresso (è consigliato accedere dall’ingresso di Carretera del Carmel). Vengono suggeriti dei percorsi più agevoli per chi ha disabilità motorie: il percorso architettonico, da cui si possono ammirare le cose principali, e il percorso che segue il viadotto di Arriba fino alle case Trias. L’ingresso è gratis per i disabili, mentre gli accompagnatori pagano un prezzo ridotto. I biglietti vanno prenotati online, in quanto gli accessi al parco sono a numero chiuso.
  • Casa Batllò
    La maggior parte degli spazi sono accessibili, grazie anche agli ascensori. E’ disponibile la versione scritta dell’audioguida in italiano per i non udenti, mentre per i non vedenti c’è un’audioguida con spiegazioni dettagliate. I biglietti si possono acquistare solo sul posto e avete diritto a uno sconto, mentre l’accompagnatore entra gratis.
  • La Boqueria
    Il mercato è accessibile e l’ingresso è gratuito per tutti. Spesso è affollato di gente, meglio visitarlo la mattina presto, prima di pranzo.
  • Casa Milà / La Pedrera
    Qui avete diritto al prezzo ridotto, inoltre, comprando il biglietto su internet, avete un ulteriore sconto. Se l’invalidità è uguale o maggiore al 65%, l’accompagnatore, che qui è consigliato per i non vedenti, entra gratis. Potrete entrare in questa attrazione saltando la fila, direttamente dall’ingresso principale. Ci sono piani e spazi tattili, audioguide dettagliate, ed è possibile prenotare anche una visita guidata nella lingua dei segni.
  • Stadio Camp Nou
    Il tour del Camp Nou al momento è accessibile solo in parte. Si può visitare il Museo, la galleria dei trofei, l’area Messi. Per motivi strutturali, a causa dell’elevato numero di scale, la vista panoramica del Camp Nou viene realizzata dal secondo livello per persone su sedia a rotelle o con mobilità ridotta. Non sono visitabili poi il campo da gioco, le panchine, gli spogliatoi, il tunnel dei giocatori e la sala stampa. I biglietti sono scontati del 50% presso le biglietterie in loco.
  • Fondazione Joan Mirò
    La fondazione è accessibile alle sedie a rotelle e prevede delle attività e delle guide per persone con disabilità sensoriali. Inoltre, lo staff all’interno ha una conoscenza base della lingua dei segni.

Quelle menzionate sono soltanto le attrazioni principali, Barcellona ha molto da offrire ed è bene partire informati e preparati. Controllate sui siti ufficiali le modalità di visita, se e come è possibile prenotare il biglietto. Solitamente sono previsti sconti agli ingressi e gli accompagnatori possono entrare gratuitamente. I cani guida per non vedenti sono ammessi praticamente ovunque.

Attenzione: nelle biglietterie possono essere fiscali con la documentazione che testimonia la vostra disabilità. Per sicurezza, portate con voi, oltre al tagliando, eventuali documenti medici.

Dove dormire

La scelta dell’hotel è fondamentale per una vacanza indimenticabile. Barcellona ha un alto numero di strutture accessibili: per cercarle, vi basterà selezionare gli appositi filtri nei vari siti di prenotazione.  Per essere sicuri che vi sia assegnata una camera adatta alle vostre necessità, al momento della prenotazione è meglio specificare quello di cui avete bisogno e contattare direttamente l’albergo. Un altro consiglio che vi diamo è quello di scegliere hotel vicini alle fermate dei mezzi di trasporto, per facilitarvi negli spostamenti.

Alcuni hotel a Barcellona attrezzati per disabili li trovate qui sotto. La lista ovviamente non è esaustiva, se ne avete altri da segnalarci di cui siete a conoscenza ve ne saremo grati.

  • Acta BCN 40
    Nel centro di Barcellona, questo hotel è vicino sia a punti di interesse che a stazioni della metro accessibili. Le camere sono praticabili in sedia a rotelle e i bagni sono dotati di maniglioni.
  • Ilunion Bel-Art
    Questo hotel si trova in centro e nei pressi di fermate accessibili. E’ ben attrezzato sia per persone con mobilità ridotta sia per chi ha disabilità visive e uditive.
  • Hilton Barcelona
    Anche l’Hilton offre delle camere per disabili. Unica pecca è che la posizione non è proprio centralissima. Si trova, tuttavia, nei pressi di fermate accessibili dei mezzi.
  • Se volete rimanere entro un budget contenuto il sito Handilol (in francese) ha verificato e approvato un ostello economico vicino alla stazione di Sants che ha un letto accessibile ai disabili.

Spiagge

Se volete passare una giornata al mare durante il vostro soggiorno, sappiate che tutte le spiagge di Barcellona sono accessibili. Ci sono passerelle che arrivano quasi fino all’acqua, bagni per disabili, docce adattate con sedie. Sono presenti anche le segnaletiche uditive e tattili. Sia dal parcheggio che dal punto in cui fermano i mezzi pubblici, non ci sono barriere per arrivare in spiaggia. Tra le più attrezzate ci sono sicuramente tre lidi: Nova Icària, Sant Miquel e la zona dei bagni del Forum. Quest’ultima non è una vera è propria spiaggia ma una zona pavimentata da cui è possibile farsi il bagno.

Queste tre spiagge sono particolarmente attrezzate e sono servite da volontari che offrono assistenza alle persone disabili. Tra le attrezzature in più rispetto ad altri lidi, hanno sedie a rotelle anfibie per muoversi più comodamente in spiaggia, sollevatori, giubbotti di salvataggio. Il servizio di assistenza viene garantito ogni giorno da circa metà giugno fino alla metà di settembre. Oltre questo periodo, ci sono delle date sporadiche in cui il servizio viene riattivato: potete controllarle sul sito ufficiale del Comune di Barcellona.

Spiaggia di Nova Icària

Info utili

Oltre che nei vari uffici del turismo sparsi per la città, a vostra disposizione per ogni necessità, potete reperire tutte le informazioni di cui potreste avere bisogno in questi siti web:

www.barcelona-access.cat – il portale di riferimento per un turismo accessibile a Barcellona

ajuntament.barcelona.cat/accessible/es/ – la sezione del sito del Comune di Barcellona dedicata all’accessibilità (con info meno turistiche ma di possibile interesse)

Che altro dire? Il resto lo scoprirete da soli, Barcellona vi aspetta per meravigliarvi. Buoni viaggi amici!!

 

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda
Ambiente accessibile a sedie a rotelle
Presenza di servizi per disabili
Ambiente accessibile a persone con disabilità motorie
Rampa di accesso per sedie a rotelle
Presenza di servizi per non vedenti o ipovedenti
Presenza di servizi per non udenti o ipoudenti
Seguici su Facebook
Facebook Pagelike Widget
Guardaci su Youtube

Tecnologia
Le nuove tecnologie che semplificano la vita delle persone con disabilità. Scopri di più