Un concerto allo stadio Olimpico

Un concerto allo stadio Olimpico

Il 30 giugno i Negramaro sono sbarcati all’Olimpico di Roma per un concerto. Assistere a questo concerto si è rivelato un ‘esperienza entusiasmante dal punto di vista musicale e, al tempo stesso, ci ha dato modo di saggiare il livello di organizzazione possibile e auspicabile quando ad assistere a un concerto, come ad ogni evento di massa, si recano dei disabili.

Arrivati all’ingresso con un taxi, cosa possibile grazie al tagliando di accesso disabili rilasciato dal comune (ricordatevi di portarlo sempre con voi), dopo avere superato i tornelli di ingresso ci accingevamo, con nostro sconforto, ad una salita non certo breve.

Per fortuna abbiamo chiesto ad una hostess li presente se ci fosse un alternativa. Abbiamo avuto la piacevole sorpresa di scoprire che esiste un servizio di navette riservate ai disabili grazie al quale siamo arrivati comodamente all’ingresso del nostro settore (Tribuna Montemario). Li avevamo a disposizione uno steward che ci ha accompagnato ai nostri posti.

Il settore riservato ai disabili si trova poco distante dalla tribuna stampa e permette un accesso agevole alle sedie a rotelle e dispone di posti per gli accompagnatori. Questi ultimi sono posti ad esaurimento, nel senso che sono disponibili se non sono stati occupati da un disabile. Il settore è anche vicino a uno dei bar dello stadio, quindi abbiamo potuto rifocillarci senza percorrere una distanza eccessiva.

Durante il concerto gli steward erano a disposizione per ogni necessità e passavano a distribuire bottigliette d’acqua gratuitamente. Piccolo appunto: considerato il caldo che faceva quella sera avrebbero potuto metterle prima in frigorifero ma tant’è, non vogliamo fare la parte di quelli che si lamentano a prescindere no?

Dopo il concerto abbiamo aspettato nuovamente la navetta che ci ha riportato all’esterno dello stadio, presso viale dei gladiatori e abbiamo chiamato un taxi per tornare a casa. Devo dire che tornare a casa è stata la parte più complicata della serata, dato che per riuscire a trovare un taxi libero abbiamo aspettato più di un’ora e mezza.

In conclusione è stata una bella serata che abbiamo potuto goderci appieno anche grazie all’ottima assistenza degli addetti dello stadio, con qualche aggiustamento che auspichiamo si possa effettuare in futuro. Al prossimo concerto amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *