Londra alternativa

Londra alternativa

Londra è probabilmente la destinazione più gettonata dai giovani italiani per il primo viaggio all’estero, per una serie di ragioni tra cui – non da ultimo – il fatto di rappresentare un ottimo compromesso fra una distanza non eccessiva (si raggiunge infatti in 2/3 ore di volo) e un’eccitante vitalità che poche altre metropoli internazionali sono capaci di trasmettere.

E al suo fascino nessuno è immune (indipendentemente dall’età): questa città, come pochi luoghi al Mondo, si divide equamente fra uno charme antico e nobile – e anche un po’ snob! – e il divertimento sfrenato dei locali notturni, senza dimenticare che è anche la capitale assoluta delle ultimissime tendenze in fatto di moda, musica e costume.

Attenzione però, perché Londra… provoca dipendenza! Dopo il primo viaggio, in cui si comincia a prendere confidenza con quella che gli inglesi definiscono “la città meno britannica di tutta la Gran Bretagna” – per via della sua multiculturalità, moltissime persone avvertono un desiderio implacabile di tornarci di nuovo, e trasformare la loro vacanza in una specie di romanzo a puntate.

In effetti, le cose da vedere a Londra sono talmente tante che una volta sola proprio non basta!

Quando si visita Londra, non si può non fare tappa presso certi luoghi e monumenti tipici, che di questa città raccontano la storia, l’arte e la cultura. Ad esempio i tanti musei, fra i quali ricordiamo – a titolo meramente esemplificativo: il National Gallery, che ospita mostri sacri della pittura, come Botticelli e Cezanne; il Tate Modern, museo di arte moderna sulle rive del Tamigi; il Victoria & Albert Museum, che racchiude l’eccellenza del design mondiale. Impossibile poi non citare: l’Abbazia di Westminster, il Big Ben, il London Eye – la ruota panoramica più alta del mondo. Moltissimi turisti poi si recano a visitare il celeberrimo Madame Tussauds, alias Museo delle Cere, dove potrete “incontrare” i più famosi personaggi del passato e del presente. Dal mio punto di vista è una visita che si può evitare, anche per il costo folle del biglietto di ingresso (considerate che a Londra la maggior parte dei musei si può visitare del tutto gratuitamente)

Londra fuori dai soliti itinerari

Ma, fatta una visita di devozione ad alcuni di questi illustri punti di interesse, sarà bello respirare l’atmosfera della Londra più viva, uscendo letteralmente dai “luoghi comuni” per andare a scoprire scorci inediti, o semplicemente la sua quotidianità. Se Soho e Notting Hill, i quartieri storici dei giovani, degli artisti bohèmien e delle nuove tendenze, vi sembrano già inflazionati, vale certo la pena fare un salto a Camden Town, dove si trovano negozi e locali underground e un tipico mercatino delle pulci alternativo al più famoso Portobello (imperdibile anche quello, il sabato mattina, specie per cacciatori di vintage e cimeli musicali).

Sempre parlando di mercatini, c’è quello anticonformista di Spitalfield Market, nell’East End. Rimanendo nell’East End, vietato farsi mancare i localini della Brick Lane! E gli appassionati dei Beatles non potranno non recarsi in pellegrinaggio ad Abbey Road. Infine, un po’ di relax nei verdi parchi di Londra, in estate ancora più rigogliosi e fioriti: oltre al più noto Hyde Park, molto bello è anche quello di Greenwich, raggiungibile con un panoramico viaggio in battello da Westminster.

Allora vi abbiamo convinti a partire per Londra?

SalvaSalva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *